odetteodile investigations

OdetteOdile investigations

I variazione su il lago dei cigni

quadrati-malevich-puliti02

I Variazione su Il lago dei cigni
ph. gabriele orlandi

regia, coreografia, scene, costumi, video  enzo cosimi
musica: alva noto, cajkovskij, richard chartier
interpreti: andreana notaro, paola lattanzi, enzo cosimi
disegno luci: stefano pirandello
organizzazione: maria paola zedda
in collaborazione con il festival danza urbana

Sull’attenzione del capolavoro romantico il lago dei cigni se ne è parlato tanto.
In OdetteOdile investigations attingerò direttamente ispirazione da questa straordinaria opera del balletto romantico, soffermandomi in dettaglio sull’aspetto simbolico del ”cigno”, osservato come una reincarnazione del femminile. Un femminile che vede oggi la sua natura romantica iniettata di cinismo, glamour e aspirazione alla morte vissuta senza pathos.
Sarà una visione guardata da me attraverso occhi femminili, cercando di catturare una psiche invisibile e nello stesso tempo sottolineare la modernità di una figura mutante quale è il “cigno” targato Lago.
24 bambine, selezionate nelle migliori scuole di danza evocheranno, attraverso semplici ma ispirate figurazioni classiche, i 24 cigni del famoso Balletto.
Come già nel precedente Hell…yeah, fondamentale sarà il lavoro sulla scelta musicale, in equilibrio tra ”tradizione classica” e sperimentazione elettronica non ortodossa.

Enzo  Cosimi


OdetteOdile investigations

I variation on swan lake

 

direction, choreography, scenry, costumes, video enzo cosimi
music alva noto, cajkovskij, richard chartier
interpreters  andreana notaro, paola lattanzi, enzo cosimi
lighting design stefano pirandello
organization maria paola zedda
in collaboration with festival danza urbana, Bologna

Much has been said regarding the romanitc  masterpiece, swan lake.
In OdetteOdile investigations I am drawing inspiration directly from this extraordinary work of romantic ballet, dwelling specifically on the symbolic aspect of the ‘swan’, seen as a reincarnation of the femmine… a femminine that today sees its romanitc nature injected with cynicism, glamour and an aspiration for death lived without pathos.
It is a vision seen by me through female eyes, seeking to capture an invisible psyche and at the same time to underline the modernity of a mutant figure that is the ‘swan’ registered as lake.
Through some simple yet inspired classical figurations, 24 young girls, selected fromt he best local schools of dance evoke the 24 swans of the famous ballet.
As in my preceding creation, ‘hell…yeah’,  this work too is fundamentally a work on choice of music, in equlibrium between ‘classical tradition’ and non orthodox electronic experimentation.

Enzo  Cosimi